Demis Roussos è certamente un grande cantante, che nel corso della sua carriera è riuscito a portare nella musica sia il carattere ellenico, che sonorità arabe, per passare dalla disco, al rock progressivo, al pop ed al canto popolare.

Mon Ile è un album del 1997 che merita di essere riscoperto, sia per le straordinarie sonorità ben amalgamate con la musica araba, sia per la voce un po’ più sporca e graffiata rispetto agli inizi.

Questo album inoltre è legato a ricordi della mia vita.

Era una notte di settembre, calda e bellissima a Barcelona. La città, come sempre, sembrava non dormire mai. Stavo passeggiando sulla Rambla, l’ampio stradone lungo oltre un chilometro che si trova proprio al centro della città vecchia. Passeggiavo con un amico, quando mi capitò di far conoscenza con una persona. Poche ore dopo ero a casa sua. Ricordo tutti i colori della notte e quelli dell’alba durante l’amore proprio sulle note dell’album “Mon Ile” ed in particolare ricordo, che rimanemmo, in silenzio, stretti e abbracciati mentre la canzone “Danse a la Vie”, trasportava le nostre anime in una danza, nella fitta ragnatela dei vicoli e delle stradine strette del Barrio Gotico.

Lasciatevi andare… chiudete gli occhi e volate lontano…

Le canzoni dell’album
1. Mon Île
2. Je Te Donnerai Ma Vie
3. Dinata
4. Elle Attend
5. Amapola [Version Francaise]
6. Les Sables Auriféres
7. Iqbal
8. Ohé
9. Femme Maintenant
10. Danse Á la Vie
11. Dinata [Radio Edit]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here