Intro - Marlò“Ho scritto di ciò che vorrei mi si raccontasse prima di andare a dormire: gli individui, l’amore, la mancanza e la bellezza”. Marlò spiega così il suo Intro, album uscito il 13 maggio con cui la cantautrice abruzzese fa il suo esordio discografico dopo un lungo e produttivo lavoro di messa a fuoco delle proprie sonorità.

Undici brani di pop elegante e intelligente che confermano il talento vocale di Marlò ma soprattutto ne rivelano le doti di scrittura autorale. Una capacità affinata in anni di gavetta e di esperienze formative importanti, dal Club Tenco ad Area Sanremo.

“Intro è la somma di quello che mi piace, delle persone che stimo e che ho scelto per lavorare con me, è un viaggio all’interno delle mie storie e della mia visione della  quotidianità” spiega Marlò, che per confezionare al meglio questo lavoro si è affidata al gusto del produttore Francesco Fugazza: sua la firma sugli arrangiamenti dei brani, capaci di amalgamare la tradizione cantautorale italiana con sonorità fresche e proiettate al futuro. “E’ stata una piccola grande evoluzione personale – ammette Marlò – il comprendere pienamente quale suono potesse rappresentarmi al meglio”.

L’album è stato registrato alle Cantine di Badia, all’interno dell’omonimo castello sperso tra i colli toscani: un posto senza tempo e fuori dal mondo, in cui Marlò si è chiusa per giorni per scappare dalla frenesia della quotidianità e concentrarsi esclusivamente sulla propria musica: “Sono fermamente convinta che le condizioni fisiche in cui si registra un disco influiscano moltissimo sul risultato finale – spiega Marlò – ed è per questo che ho scelto un posto immerso nel verde, un luogo che potesse portare a galla le cose essenziali, le priorità e l’essenza vera del fare musica”.

Oltre allo stesso Fugazza (moog, campionamenti e cori), nel disco hanno suonato Michele Cocciardo (batteria e percussioni), Giuseppe Chiara (chitarre, basso e synth).

Dal disco è stato estratto il singolo L’ultima notte sulla terra, lanciato nelle radio lo scorso 18 marzo e accompagnato da un videoclip del regista Massimo Molinari.

Tracklist

1. Intro
2. Un sogno bellissimo
3. La donna di scorta
4. Via Borsi
5. L’ultima notte sulla terra
6. Il pozzo nell’anima
7. La mente mente
8. Come i fiori a maggio
9. Il salice
10. Deja vu
11. Outro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here