I Someday nascono a Collegno, città alle porte di Torino. Tra il 2000 e il 2004 registrano la prima demo in Inglese che troverà spazio in diverse compilation a tiratura nazionale quali: “Somewhere, a party” (inserita sia in “Soniche avventure IX” – Fridge Records che in “Eun” – Ribès Record) e “T.l.s.” (“Ruvido compilation” – Sottosopra Produzioni). Tra Novembre e Dicembre 2013, il gruppo incide presso la Maison Musique di Rivoli (To) l’EP “Fiori in cantina”. La produzione artistica del lavoro è curata da Gigi Giancursi e Cristiano Lo Mele dei Perturbazione. All’inizio del 2016, con la produzione artistica di Luca “Vicio” Vicini (bassista dei Subsonica), il gruppo registra due brani: Divano pulito e Rifugi. Nell’estate del 2016, i Someday incidono per la Seahorse Recordings il loro primo Lp, dal titolo THIS DOESN’T EXIST”: testi che raccontano di piccoli e (forse) banali episodi di vite comuni, avvolti da una musica che – pur essendo scarna e inquietante, malinconica e notturna – non dimentica mai le scariche elettriche del rock e la melodia scintillante del pop. Una ricerca di equilibro ed essenzialità che potrebbe piacere a chi ascolta Joy Division, Sophia, The Smiths, Sparklehorse, Placebo, i Sonic Youth meno rumorosi e i primi Cure… e anche Paolo Conte e i La Crus.

Tracklist

1. Clean Couch

2. Forgotten

3. Last Lesson

4. Shelters

5. Waitings

6. Picture

7. Maurizio (LittleStar)

8. Little Choices

9. Jokes

10.Glinding

Ufficio stampa: Tri Tubba Press

https://www.facebook.com/Tri-Tubba-Booking-Management
www.facebook.com/somedaytorino/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here