Paolo Silvestri, compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra e pianista da molti anni sperimenta l’incontro di linguaggi differenti coniugando il jazz e la musica contemporanea con le tradizioni musicali popolari di tutto il mondo. Ha realizzato numerosi progetti con orchestre sinfoniche componendo e arrangiando musiche per importanti musicisti come Gato Barbieri, Jimmy Cobb, Dulce Pontes, Kenny Wheeler, John Taylor, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Enrico Pieranunzi, Tony Scott, Javier Girotto, Ivano Fossati, Paolo Conte, Gino Paoli, Ornella Vanoni, Barbara Casini, Armando Trovaioli, Sergio Cammariere, Peppe Servillo.
In particolare dal ’96 collabora con Enrico Rava realizzando molti lavori sinfonici come ad esempio il balletto “Ragazzi Selvaggi”, “Gershwin cento anni” con Gato Barbieri, Jimmy Cobb, Stefano Bollani, Giovanni Tommaso e Roberto Gatto, “Si viaggiare” su musiche di Lucio Battisti, “Il cielo in una stanza” insieme a Gino Paoli, “Vento Bravo” con Barbara Casini, e RAVA ON THE ROAD con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino pubblicato da l’Espresso e Repubblica nell’autunno del 2013.
Nel 2016 ha composto gli arrangiamenti del concerto per pianoforte e orchestra sinfonica CONCERTO AZZURRO di Stefano Bollani che sarà eseguito nella prossima stagione dall’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e al Gewandhaus di Lipsia. Ha composto e diretto gli arrangiamenti per archi del nuovo disco di Sergio Cammariere “IO”.
Nel 2015 ha completato la suite sinfonica “THE RIVER” di Duke Ellington eseguita per la prima volta con l’orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano e sucessivamente con altre importanti orchestre e per l’etichetta Verve ha pubblicato il disco intitolato DUKE, dedicato a Ellington, con il quartetto di Fabrizio Bosso e il Paolo Silvestri Ensemble, presentato in moltissimi festival e teatri italiani come Roma Jazz Festival, Umbria Jazz Winter 2015 e Umbria Jazz 2016, Torino Jazz Festival, Met Jazz di Prato, Moncalieri Jazz Festival, Teatro Pavillon di Milano, Festival Mundus di Reggio Emilia e molti altri.
Sempre nel 2015 ha composto una versione jazz di NORMA di Vincenzo Bellini eseguita da Paolo Fresu e l’Orchestra Jazz del Mediterraneo presentata a Catania e a Time in Jazz Festival di Berchidda che sarà pubblicata da Tuk Music.
Inoltre ha composto di recente le musiche per importanti spettacoli teatrali come “Father and Son” con Claudio Bisio, “Quello che non ho” con Neri Marcorè e “Come ne venimmo fuori” con Sabina Guzzanti per la regia di Giorgio Gallione con il quale collabora da 30 anni.
Ha realizzato progetti sinfonici jazz importanti in qualità di compositore e direttore come “Concertone ” con Stefano Bollani e l’Orchestra Regionale Toscana pubblicato da Label Bleu, il già citato “Rava on the road” con Enrico Rava, “Concerto Latino” solista Javier Girotto, “Escarlate” solista Gabriele Mirabassi, “Concerto per Enrico Pieranunzi” solista E. Pieranunzi.
Le sue produzioni in cui figura come arrangiatore, direttore d’orchestra e in molte occasioni compositore hanno spesso avuto un esito discografico come “Duke” e “You’ve Changed” con Fabrizio Bosso, il balletto “Ragazzi Selvaggi” con Enrico Rava, “Vento” con E. Rava e Barbara Casini, “Javier Girotto, Luciano Biondini & Paolo Silvestri Ensemble”,”Aniversario” con gli Aires Tango, “Ecco la storia” con la voce recitante di Claudio Bisio su testi di Pennac pubblicato da Repubblica-L’Espresso riscuotendo un notevole successo, “Uragano Elis” con Barbara Casini e “Agora tà” con B. Casini e l’Orchestra Jazz della Sardegna, “Roberto Gatto plays Rugantino” con Roberto Gatto e molti altri.
Ha collaborato come arrangiatore e direttore in importanti produzioni discografiche come “Not one word” e “Lampo viaggiatore” di Ivano Fossati, “Sul sentiero” e “Il pane, il vino e la visione” di Sergio Cammariere, “Ti ricordi? No non mi ricordo” di Ornella Vanoni e Gino Paoli.
Ha composto gli arrangiamenti per il concerto trasmesso da RAI 5 il 30/3/2013 in diretta televisiva dall’Auditorium Parco della Musica di Roma di Dulce Pontes con l’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Paolo Silvestri.
Nel 2008 ha composto “Synkretismos de las Americas” – requiem felice per la morte del razzismo – commissionato dal conservatorio di Adria per solisti, coro e big band presentato in molti teatri italiani con la partecipazione di Barbara Casini, Roberto Rossi e Fabio Petretti.
Oltre ai lavori orchestrali nel 2008 ha pubblicato per Abeat un disco in piano solo di sue composizioni intitolato “Picnic sulla luna” con brani sia scritti per l’occasione che rielaborando musiche composte negli anni per il cinema e il teatro.
Nel 2003 ha diretto il balletto di Paolo Conte “Corto Maltese” con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana al Teatro Pergolesi di Jesi con la partecipazione come voce narrante di Gioele Dix.

Per realizzare i suoi programmi ha diretto le seguenti prestigiose orchestre sinfoniche:
Teatro Regio di Torino
Maggio Musicale Fiorentino
Teatro Petruzzelli di Bari
Teatro Lirico di Cagliari
Orchestra Regionale Toscana
Orchestra Arturo Toscanini
Roma Sinfonietta
Orchestra di Padova e del Veneto
Orchestra della Provincia di Bari
Camerata Strumentale Pratese
Orchestra di Roma e del Lazio
Orchestra Filarmonica Marchigiana
Orchestra Tito Schipa di Lecce
Orchestra della Magna Grecia di Taranto
Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino
Orchestra Accademia Filarmonica della Scala.

Dirige spesso orchestre jazz e big band italiane e straniere come ad esempio
WDR Big Band di Colonia
Orchestra Jazz della Sardegna con cui collabora frequentemente
Kick’n Sticks big band di Manneheim
Civica Jazz Band di Milano
Orchestra Jazz del Mediterraneo
Colours Jazz Orchestra
Italian Jazz Orchestra di Forlì
Bansigu Big Band di Genova.

Ha composto 20 colonne sonore di film sia per il cinema che per la televisione come ad esempio “Nessuno mi pettina come il vento” con Laura Morante, “Nelle tue mani” con Kasia Smutniak e “Controvento” con Margherita Buy, Valeria Golino ed Ennio Fantastichini regia di Peter Del Monte, “Il Cosmo sul comò” con Aldo, Giovanni e Giacomo, “Peggio di così si muore” con Maurizio Crozza e i Broncoviz, “Doppio segreto” con Anna Galiena, “Nei secoli dei secoli” regia di Marcello Cesena, “La buona battaglia” e “Sui tuoi passi” regia di Gianfranco Albano.

Ha composto musiche per un centinaio di spettacoli teatrali, musicali e di danza, prodotti in gran parte dal Teatro dell’Archivolto di Genova con cui collabora dal 1986 che in molti casi sono stati rappresentati per diversi anni. Si ricordano i recenti “Father and son” da “Gli sdraiati” di Michele Serra con Claudio Bisio, “Come ne venimmo fuori” di Sabina Guzzanti, “Quello che non ho” con Neri Marcorè, “La misteriosa scomparsa di W” di Stefano Benni con Ambra Angiolini, e poi ancora “Un Certo Signor G” da Giorgio Gaber con Neri Marcorè, che ha vinto il Biglietto d’Oro per la stagione 2007/2008, e “Monsieur Malaussene”” e “La lunga notte del Dottor Galvan”” di Daniel Pennac, e poi“Il bar sotto il mare”, “Amlieto”, “Barbiturico” di Stefano Benni, “L’Incerto Palcoscenico” e tutti gli spettacoli del gruppo Broncoviz composto da Maurizio Crozza, Ugo Dighero, Carla Signoris, Marcello Cesena, Mauro Pirovano. Ha collaborato inoltre fra gli altri con Angela Finocchiaro, Fabio De Luigi, Gioele Dix, Sergio Staino, Ivano Marescotti, Marco Messeri, Giuseppe Cederna, Antonio Catania, Giorgio Scaramuzzino.
Dal 1986 cura le musiche degli spettacoli teatrali per ragazzi prodotti da Teatro dell’Archivolto. Le edizioni Panini hanno pubblicato un libro per ragazzi intitolato “Concerto nel bosco” contenente un cd con canzoni di Paolo Silvestri tratte dagli spettacoli teatrali.
Ha composto molte musiche per importanti campagne pubblicitarie e per programmi televisivi come ad esempio il recente “Mai dire nius” di Rai2.

Insegna Composizione Jazz al Conservatorio Bonporti di Trento e ha insegnato negli anni scorsi nei conservatori di Milano, Como, Alessandria, Bologna, Ferrara e Adria.

SHARE
Previous articleFabrizio Bosso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here