Donna poco allineata e ancor meno incline alla nostalgia, ecco Mara Redeghieri.

A 15 anni dall’uscita dagli Üstmamò e dopo aver scritto anche per altri (ha firmato, tra le altre, la bellissima “Meravigliosa Creatura” per Gianna Nannini), l’ex chanteuse della scena indie è uscita con il suo primo album solista.

Dopo aver detto di no tre anni fa al ritorno sulle scene con gli Üstmamò ed essersi dedicata alle ricerche sulla musica popolare dell’Appennino reggiano e sulla storia della canzone anarchica, dopo aver fondato un coro di voci femminili, ecco sorprendere di nuovo con l’uscita del suo primo progetto solista. 

“Recidiva”, prodotto artisticamente da Stefano Melone (De Andrè, Mannoia, Fossati, tra gli altri artisti con cui ha collaborato), su etichetta LullaBit e distribuito da Believe, contiene 11 tracce ed è stato anticipato dal singolo “Augh” , brano invettiva che racconta il “post capitalismo liberista” mostrandoci il suo volto feroce ed efficace. Di “Augh” è stato realizzato anche un videoclip (per la regia di Arturo Bertusi) in cui Mara, armata di arco e frecce, trafigge un pupazzo con le sembianze di Trump mentre insegue un sudamericano.

“Recidiva” rappresenta la capacità di tornare sui propri passi e continuare a “commettere azioni riprovevoli”. Nessun rimpianto, nessun passo indietro, nessuna deviazione da un itinerario da protagonista, forte di una personalità che non si fa piegare dalle regole di mercato.

E’ il suo debutto da solista, una resa al proprio destino musicale, un abbandono senza cedere a compromessi. Le 11 canzoni che compongono questo “corpus” di umanità dolente, di sensibilità femminile, di fermezza e di ideali, sembrano il frutto di un lungo sedimentare di sentimenti e di riflessioni. Per anni l’interprete emiliana ha coltivato il sogno di lasciare tutto, scoprendo quanto possa essere dura la vita senza musica e senza la propria voce. “Recidiva” è la resa alla Mara che ha ancora voglia di raccontare al mondo i suoi pensieri, canzoni che svelano la sua personalità da “primadonna” della scena musicale nazionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here