Il videoclip è stato scritto e diretto da Daniele Poli di Street Style Studio e interpreta il brano attraverso un gioco di inquadrature che alterna il senso di libertà a quello di oppressione. In un immaginario di giocattoli e ambienti campestri, un Lupin – ladro gentiluomo in versione cartone animato – e un “boss del marketing“, entrambi impersonati da Lorenzoni, accompagnano lo spettatore in un percorso onirico e di formazione improntato alla profondità e all’ironia. La canzone ci racconta di una giovinezza passata davanti al televisore, un’epoca ormai chiusa ma che ha lasciato un segno. I riff di tromba e sassofono riproducono le sonorità delle sigle televisive degli anni 80/90: quelle dei quiz e dei cartoons. Il testo descrive un’infanzia, nella quale si compravano “i giocattoli con i suoni e le luci”, poi la prima adolescenza, in cui si stava “nella stanza ad ascoltare la musica”  e infine la giovinezza adulta, dove la vita “era tirar tardi la sera, fra i lupi senza pietà”.

Sito: www.andrealorenzoni.it

Facebook: https://www.facebook.com/andrealorenzoniarte/

Instagram: https://www.instagram.com/andrealorenzoniarte/

Spotify: https://open.spotify.com/artist/55LUhA8n252OHNe7krd1HT

Twitter: https://twitter.com/lorenzoniarte

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCYb7v2Ik3CgaTTwDbjW-hSg

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here