Nico Gulino nasce a Catania e sin da piccolo sente in sé di scrivere versi in rima che inizia a canticchiare. Imbracciando la prima chitarra inizia ad esibirsi nel        siciliano sostenuto da diverse formazioni locali che lo portano alla conquista del Song Festival (2003), Sanmarino Festival che permette al cantautore di esibirsi  al Tim Tour nel 2004. Nello stesso anno è finalista nazionale al VideoFestivalLive (patrocinato da Radio Italia) e nel 2006  al “1° Maggio tutto l’anno”. Nel 2012 dopo  essersi dedicato alla musica ballata (caraibica) per circa dieci anni, inizia a mettere a fuoco l’idea di realizzare il suo primo album, al quale concretamente lavora dal 2014, in uscita a Maggio per Seahorse Recordings.  “Meglio morir d’amore” è frutto dell’incontro con Denis Marino (Carmen Consoli, Luca Madonia, Gabriella Lucia Grasso) che ha curato gli arrangiamenti e Toni Carbone (Tinturia, Carmen Consoli, Luca Madonia, Marco Selvaggio) la direzione artistica. Il disco è stato registrato presso lo studio T-Lab revolution di Catania, mentre il Master  è stato realizzato da Gianluca Vaccaro negli studi Terminal 2 (De Gregori, Daniele Silvestri, Carmen Consoli) di Roma.

In questo disco d’esordio tante le sfaccettature dell’amore e dell’amare.

Dalla passione senza ritorno tra due amanti all’amore romantico, fino a quello platonico. Dal rispetto e il dolore per ciò che ci circonda e che ci ospita, che spesso maltrattiamo, ai più deboli e la loro raggiante energia, dal desiderio di tuffarsi dentro la vita a quello di fuggire via da tutto per abbandonarsi a se stessi, per capire poi che forse è Meglio morire d’amore.

Nel disco non ritroviamo le odiose rime “cuore-amore” ma un linguaggio ricco, pieno e mai banale, tra fraseggi musicali che spaziano dallo swing allo ska, dalla ballata al tango nuevo .

I testi ironici, malinconici, dolci e passionali  cantano di un’amore verso la vida, verso la musica, verso i silenzi assordanti dell’anima, verso le “diverse forme” delle donne, verso “i mondi fuori”!

Gli archi e i fiati, spesso presenti, non fanno che rimarcare e arricchire una tramatura musicale capace di far rivivere un noir d’altri tempi, sempre attuale e dipinto di un meraviglioso bianco e nero, mai triste.

Nel Maggio 2017 Nico Gulino si è classificato tra gli 8 vincitori di Musicultura 2017 con il singolo “La Musica non passa”.

Tracklist

  1. A volte gli occhi
    2. La musica non passa
    3.   Meglio morir d’amore
    4.   Il mondo fuori
    5.   Ogni tanto
    6.   Vida
    7.   L’egocentrista
    8.   Nulla si muove
    9.   La tua poesia

 

Tri Tubba
https://www.facebook.com/nicogulinopagina/?fref=ts
https://www.facebook.com/seahorse.recordings/?fref=ts

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here