“Isole” è il nuovo album degli Antarte, in uscita per the Megaphone label e distribuito in Italia da Good Fellas. E’ stato registrato ad Agrigento da Lillo Morreale e Sergio Tirinnocchi fra gli AreaStudio e gli Innu Studio. Il mastering è stato eseguito al SAM Studio da Simon Heyworth (ingegnere del suono con collaborazioni del calibro di Nick Cave, Depeche Mode, King Crimson e Brian Eno). L’album rappresenta la naturale evoluzione di “Olio su Tela”, con atmosfere a tratti più cupe, inserite in un tessuto strumentale denso e stratificato, ricco di loop e campionamenti che si mescolano alle chitarre creando un magma sonoro a tratti sognante e a tratti caotico e rumoroso. Si tratta di un album eclettico nel quale si mescolano diverse correnti musicali che vanno dal rock psichedelico di “Oasi” al delicato folk di “I tuoi giorni” fino ad arrivare a derive sperimentali più complesse come “Senza Luna” e “Bolina”, dove agli strumenti classici del rock si aggiungono anche contrabbasso, archi e sintetizzatori. La scelta del titolo dell’album è strettamente legata alla sensazione dell’isola come condizione esistenziale, barriera fisica e ideale che pervade l’immaginario sensoriale degli otto brani contenuti in “Isole”.

Gli Antarte sono Lillo Morreale (chitarra, voce), Paolo Vita (chitarra) e Gabriele Castelli (batteria). Nascono ad Agrigento nell’estate del 2008 e subito, con il primo omonimo EP uscito nel 2009, intraprendono la strada della sperimentazione. Nel 2013 esce il primo album, dal titolo “Olio su Tela”. Viene prodotta un’edizione limitata dell’album con copertine dipinte a mano su tela. Il disco è un punto d’incontro fra rock sperimentale e dream pop ma a tratti ci si imbatte anche in brani dal sapore jazz o in ipnotiche composizioni ambient. Dopo una breve pausa, nel 2016 il nucleo della band si trasferisce a Bologna dove inizia a lavorare al secondo album, dal titolo “Isole”. Nel 2017 la formazione viene ampliata con l’ingresso di Nicola Benetti (batteria), Nicolò Bosio (basso) e Urbano Pettazzoni (polistrumentista).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here