Alice è abbastanza abituata fare e disfare le valigie: cresciuta in Canada, ha completato gli studi in Germania e successivamente si è trasferita in Inghilterra con la sua famiglia. Con il suo singolo di debutto No Roots descrive l’aver avuto diversi posti in cui sentirsi a casa e l’aver capito col tempo che “casa sua” non poteva essere definita in un solo luogo. A cinque anni inizia a frequentare corsi di pianoforte e quattro anni più tardi viene introdotta alle lezioni di canto. Dopo aver passato diversi anni a frequentare insegnamenti “classici”, Alice scopre l’arte del songwriting durante gli studi in Germania. Così va avanti a studiare la scrittura delle canzoni e insegue il suo sogno: diventare una cantante e songwriter. Inizia a lavorare con diversi produttori: “trovare il giusto produttore è come trovare un pezzo mancante di un puzzle: sai che c’è da qualche parte, ma trovarlo richiede molto tempo”. Solo dopo essere stata presentata a Nicolas Rebscher, producer berlinese, capisce di aver trovato quello che stava cercando.
Creando un pop sound analogico e organico, e recuperando le fondamenta della musica guidata da batteria e basso, combinano i loro stili individuali per svilupparne uno comune. Gli arrangiamenti di Nicolas Rebscher sono la perfetta aggiunta alle melodie di Alice, combinando la profondità e la dolcezza della sua voce a suoni energici e carismatici. Allargando il suo team con il designer Susann Bosslau e fondando la sua label personale Paper Plane Records insieme al suo manager, Alice Merton ha intrapreso sicuramente la strada del DIY e è convinta che sia la giusta decisione in questo momento: “ci vuole tempo per svilupparsi come artista e oggi c’è tanta pressione da parte delle major. Ho voluto avere libertà creativa”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here