Sono trascorsi quasi vent’anni dalla pubblicazione di “Bulletproof Heart” e Grace Jones nel novembre del 2008 tornò sulle scene musicali con uno splendido disco “Hurricane”.

Grace Jones, la mia diva-strega preferita. Una vera e propria icona gay, meravigliosa e trasgressiva, fu negli anni Ottanta la beniamina dei radical-chic di New York e fu ispirata/guidata dal teorico dell’arte kitsch Jean-Paul Goude. Attualmente collabora con il rivoluzionario artista Bansky.

Per questo album, la sessantenne Grace Jones (…cazzo non li dimostra !) ha lavorato con Sly & Robbie, Brian Eno, Bruce Wolley, Tricky, Tony Allen e Ivor Guest. Un album intenso, intrigante, dal sound trippy/dub… è un viaggio la sua musica… un viaggio orbitale, passionale, sensuale tra paesaggi notturni in gelidi melodismi…

Lista canzoni dell’album:

This Is
Williams’ Blood
Corporate Cannibal
I’m Crying (Mother’s Tears)
Well Well Well
Hurricane
Love You To Life
Sunset Sunrise
Devil In My Life

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here