Hunternaut – Hundreds of Scars

Hunternaut è un gruppo bresciano nato alla fine del 2014, come progetto post-grunge, prendendo l’aggressività tipica degli anni ’90 di gruppi come Nirvana e Alice in Chains fino ad i più recenti Seether, ma con nuove sonorità. A questo si aggiunge un tocco di progressive (o sludge) dato sicuramente dall’influenza di gruppi quali Tool e A Perfect Circle, con un’attenta ricerca del suono complementare ai sentimenti introspettivi dei testi scritti in inglese. 
Il primo lavoro è l’EP “homemade”, registrato da Edoardo Bottura e mixato/masterizzato da Daniel Fernandez nel 2017 presso lo studio ‘Music&Life’ di Andrea Ziglioli a Calcinato (BS).
La band inizia il suo percorso live suonando in locali bresciani come Gasoline Road Bar di Castegnato, Orso Furioso e Cherry Dance, allo storico locale Lio Bar, e sul palco del Colony, che vanta una fama internazionale per i suoi eventi black metal, in apertura a Regardless of Me; partecipando a festival ormai celebri come il RIFF (Rock in Franciacorta Festival) suonando in apertura a Plan De Fuga, Restart Musicando suonando in apertura a Giorginess, alla celebre festa indipendente bresciana di Radio Onda D’Urto
Nell’Ottobre-Novembre 2018, entrano nello studio Indiebox Music Hall, per registrare il primo album dal titolo “Inhale”, da cui è estratto il primo singolo omonimo
 
Gli Hunternaut sono:
Cristian Longhena – Voce e Chitarra 
Alessandro Biasi – Chitarra 
Stefano Ronchi – Basso 
Luca Prandelli – Batteria